• Jutta Heupel

Due chiacchiere con Claudio Massa



#hygge: Ciao Claudio. Grazie che ci dai la possibilità di farti questa intervista. Abbiamo una visione in comune: sensibilizzare la nostra società. Ci racconti del progetto “Invasione responsabile”?


Claudio: Invasione Responsabile è il nuovo progetto di L’Orma per le scuole e il territorio che promuove il tema della “Responsabilità individuale verso gli altri”. Progetto didattico di introduzione e supporto ai principi dell'Educazione Civica ... dalle scuole al territorio per diffondere comportamenti responsabili.

Invasione Responsabile si attiva all’interno delle classi della Scuola tramite interventi di esperti educatori nei panni di INVASORI RESPONSABILI che, con brevi e impattanti esercizi, approfondiranno giorno per giorno un differente aspetto dell’azione responsabile. La missione destinata ai partecipanti, i bambini, sarà quella di replicare in famiglia quanto scoperto a scuola, per far diventare una buona azione una buona abitudine.

Il progetto mira a favorire la nascita, la diffusione e il mantenimento tra i bambini, nella comunità scolastica e nel territorio, di Comportamenti Responsabili. Il percorso porterà alla creazione del "MANIFESTO DI RESPONSABILITA’ " della Scuola che diverrà il Testimone Storico di un modo comune di pensare e di interagire.

Il Manifesto verrà realizzato in più formati utili anche alla diffusione territoriale nell’intera comunità locale. Il territorio, quindi, è il beneficiario finale dell’azione educativa e l’attivatore iniziale attraverso una campagna di Crowdfunding.

Un investimento responsabile sul proprio futuro, l’educazione dei più piccoli.


#hygge: Sappiamo bene, che nella società c’è ancora tanta strada da fare. Ed è sempre più chiaro, che tramite i bambini possiamo raggiungere meglio e diversamente questo obiettivo.

Secondo te possiamo imparare da questi individui geniali?


Claudio: Ho sempre pensato ai bambini come ad una categoria speciale, per molti versi magica e con un sacco di superpoteri.

Tra questi ne menziono due, quelli che mi hanno fatto pensare che sarebbero stati davvero loro i protagonisti indiscussi del progetto Invasione responsabile:

  1. Sensibilità, sanno percepire la delicatezza, quando è necessario, di alcuni temi.

  2. Affidabilità, sanno portare a termine la missione dando riscontro preciso sul suo compimento.

#hygge: Mio figlio ha partecipato ad un progetto #thinkgreen, nella sua scuola. Purtroppo non sono stati coinvolti i genitori. Se mio figlio non me lo avesse raccontato non lo avrei saputo.

È però fondamentale farlo. Perché Claudio dobbiamo coinvolgere di più i genitori e nonni?


Claudio: Con L’Orma ci occupiamo da oltre vent’anni di progetti educativi per la scuola e tra i nuovi impegni che ci siamo presi c’è quello di aiutare la didattica a superare i confini della classe e della scuola, riuscire a dare all’educazione una dimensione comunitaria territoriale, la cui condivisione inizia dalle relazioni di fiducia dei bambini.

Il principio dell’Invasione Responsabile si basa proprio su questo, desideriamo che i bambini invadono, con i comportamenti responsabili acquisiti a scuola durante la didattica, le proprie case, le relazioni con genitori, parenti e amici.


#hygge: Mi chiedevo spesso, se si parla con i bambini della diversità tra noi esseri umani?

È un tema importante, soprattutto per il fatto che tanti paesi devono vivere con gli emigrati.

Perché si snobba questo argomento nelle scuole?


Claudio: Nella nostra storia abbiamo incontrato moltissimi contesti differenti e, anche nei processi di inclusione ed integrazione culturale ogni territorio ha presentato la sua particolarità.

Difficile generalizzare su come e quanto nella scuola si tratti questo tema, dalla mia personale esperienza traggo che i bambini mi hanno sempre stupito in positivo, nel relazionarsi tra loro sanno sempre superare l’imbarazzo degli adulti nel vivere e condividere la relazione con i compagni.


#hygge: Esiste una situazione in particolare che ti conferma ogni giorno, che fai la cosa giusta?


Claudio: Sì, poter imparare cose nuove. Questo è il motivo principale che mi spinge a immaginare e realizzare contesti e situazioni in cui si possa crescere e migliorarsi.

L’educazione e lo sport sono per me due dimensioni ideali per trovare ogni giorno sfide e strumenti per affrontarle.


#hygge: Sono più svegli i bambini rispetto noi adulti, Claudio?


Claudio: La sensazione che si percepisce si può denominare “svegliezza”, ma, in realtà credo sia una questione di sovrastrutture, noi adulti ne siamo pieni. Guardare un bambino mi stimola alla semplificazione. Passare dalle loro modalità di interpretazione delle cose e del mondo può offrire degli accessi più essenziali e semplici alla crescita, all’educazione, all’apprendimento.


#hygge: Ti chiedo un favore. Potresti finire la frase: Se avessi oggi 20 anni ...


Claudio: …cercherei di conoscere quante più persone possibili, dormirei di meno, imparerei più cose pratiche.


#hygge: Grazie mille di nuovo Claudio, e che vada tutto così come vorresti. Auguri!


Claudio: Grazie a voi… In bocca al Lupo per tutto ☺


5 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti