• Jutta Heupel

I dipendenti sono demotivati? Ci sono sempre i perché.

Aggiornato il: apr 11

Prova immaginare seguente situazione:

Hai scritto una mail dove spieghi ai colleghi/collaboratori che ci saranno dei cambiamenti riguardo a una procedura. Un altro punto da seguire. Uno di 20 oppure 30 punti importanti.

E si crea una situazione sempre più critica. Andiamo scoprire i perché e come si può evitare una situazione così.

Le aziende hanno un certo budget per diversi ambiti. Quello più grande di sicuro è per il personale, con la conseguenza di risparmiare sul personale.


La gestione tra capo ufficio e impiegati

Prendiamo come esempio un ufficio dove lavorano 15 persone. Queste persone fanno il lavoro per 20 persone. Quindi mancano 5 persone. Il risultato però deve essere uguale.


Le procedure sono sempre più complesse e ogni singola persona fa fatica seguire tutto il lavoro nel tempo previsto. E il capo ufficio invia le email con la pretesa di avere le risposte immediate.

La soluzione per non avere la medesima procedura: cercare di ottimizzare i tempi tramite software e tool.


Un altro argomento importante è la comunicazione tra capo e dipendenti di questo ufficio, che verrà fatto soltanto tramite email. E ci sorge la domanda: se ci sono tante email come e quando le leggi?

La soluzione in questo caso: un’applicazione come Slack dove arriverà tramite una notifica l’info e che ci permette di leggere e tenere visibile la comunicazione del capo e dei colleghi.


Anche la mancanza dei colloqui di valutazione spesso non viene fatta, perché i responsabili non vengono formati per gestire il personale e quindi non sanno come farlo.

Questi incontri però sono un fattore motivazionali per ogni dipendente.

Perché il capo ufficio è costretto confrontarsi con ogni singola persona e chiedersi perché la persona che ha di fronte è così.


I meeting aiutano a includere i colleghi e collaboratori?

In tante aziende vengono fatti i meeting senza però che portino a risultati positivi e definitivi. Un motivo di sicuro è, che non vengono organizzati come devono. Senza appunti nell’invito ai partecipanti, troppi meeting, una discussione caotica e last but not least non tutti possono dare i loro contributo oppure non vengono considerate le loro proposte.


Alla fine decide sempre il capo. 🙈


Le soluzioni per avere i risultati positivi:

  • delegare una persona che organizzi il meeting e che non è sempre la stessa persona

  • strutturare l’invito ai partecipanti con gli appunti sui temi da discutere

  • non invitare tante persone, solo quelle necessarie

  • fissare una durata del meeting. Consiglio: non più di 1h

  • 1 volta al mese oppure al massimo 1 volta a settimana (giorni migliori Lunedì oppure Venerdì)

  • non interrompere le persone che parlano e ascoltare attivamente, è un gesto rispettoso!

  • nessuna delle persone che partecipano sono importanti oppure meno importanti

  • creare una ToDoList e scrivere un riassunto per il prossimo incontro ed è da condividere tramite email oppure ancora meglio un messaggio tramite un tool come Slack

Così facendo ogni persona si sente trattata equamente ed è più motivata a lavorare ai suoi obiettivi.


Se lavori come Responsabile, Manager oppure CEO

Quando hai una posizione come detto sopra, ti dovresti chiedere cosa potresti fare per migliorare l’ambiente lavorativo. Un esempio semplice:

“Se passi con i tuoi colleghi/collaboratori 10 minuti per prendere un caffè e si parla delle cose oppure situazioni piacevoli, che magari non hanno da fare con il lavoro, e dimostri empatia, non pensi che verresti visto meno come un Boss, ma più come collega? Un dipendente che ha l’ansia quando parla con un superiore, non è motivato. Anzi, fa più errori e non è produttivo.”

Non è grave se tu come responsabile ti metti al livello dei tuoi colleghi oppure collaboratori. Anzi trasmetti a loro che anche tu sei un essere umano. E loro si sentono più accolti.

È come un grazie ad una persona che ti ha fatto un favore. È sempre qualcosa di gradito e migliora l’ambiente lavorativo.


Un altra cosa che viene sempre vista volentieri dai dipendenti, anche se è solo un piccolo dettaglio: la porta aperta del tuo ufficio

Con la porta aperta tu segnali che sei disponibile a ricevere le persone, che hai una mente aperta e che sei tollerante con chi lavora con te.


Conclusione: ovviamente ci sono ancora tante altre soluzioni per far in modo che i dipendenti si sentano valorizzato. Questo si potrebbe scoprire con una chiacchierata. Se ti va.



10 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti