• Jutta Heupel

Il mondo degli eventi è morto oppure si risveglia?

Il mondo degli eventi si è trasferito da quasi un anno e chi lo ha supportato online sono Zoom, Google, Microsoft per nominare solo quelli più usati. E poi esistono anche gli eventi ibridi.

Non è più necessario prendere l’aereo, il treno oppure l’auto per raggiungere il luogo dove si tiene un convegno oppure un evento con panel discussione.


Puoi fare tutto tranquillamente da casa. Rimani seduto sul divano con il laptop sulle gambe e partecipi agli eventi.

Questo è un lato che abbiamo conosciuto negli ultimi mesi. Gli eventi offline, quelli fisici erano belli lo stesso. Vedere le persone, darsi la mano. Insomma fare due chiacchiere “Face to Face”. Si andava alla fiera e a un evento per fare Networking, e si tornava a casa con un mucchio di flyer e cataloghi che poi spesso si buttavano. Che spreco di carta, se ci pensi.


Per non parlare dei costi sostenuti dalle aziende, e anche per chi visita: hotel, aereo, treno, auto, vestiti, cataloghi, uscire per mangiare e bere, tempo impegnato prima - durante - dopo. Impegni economici che si possono evitare e si guadagna in salute.


Ovvio che ci sono le fiere che non si possono fare online come la Saie a Bologna, dove si presentano i grandi macchinari, oppure Il salone del mobile a Milano. I mobili lo devi toccare per capire la qualità e il prezzo. E così anche per altri settori.


Ma tutto il resto può presentarsi tranquillamente online. Tutto lo spettacolo come i Panel discussioni, Convegni etc., possono trasferirsi online senza problemi.

Entrambi hanno dei vantaggi:


Digital: risparmio denaro e tempo; il lavoro viene svolto più efficace e di qualità ed è più sostenibile

Analogico: Contatto fisico e personale, evitare equivoci professionali


Ci siamo resi però conto, quando si lavora molto sul livello digitale che ci vuole l'opposto: Etica, Empatia e Umanità. Quindi serve trovare una via di mezzo.


Se leggi l’articolo del Blog Digital Dictionary potresti credere che Phygital è la soluzione. Non lo neghiamo, però per noi di #HYGGE l’opposto dell’era digitale è immergerci nella natura.


Siamo convinti che la natura per ogni individui faccia bene e aiuti a staccare la spina. Esistono anche eventi che si possono fare fuori, lontano dal caos. Essere vestito in modo casual si fanno comunque ottimi affari.


Ci vediamo prossimamente qui, quando parliamo del benessere.





8 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti