• Jutta Heupel

Il mondo di Hygge è applicabile anche in ufficio

Aggiornato il: 7 dic 2020

Hygge è la parola non traducibile. Si può solo spiegare a voce oppure con le parole. E comunque deriva dalla Norvegia e Danimarca. Il termine hygge è apparso per la prima volta nella lingua scritta danese all’inizio del XIX secolo.


“ Il concetto di hygge non ha come fine la ricerca di una felicità momentanea, bensì di una felicità quotidiana, che contribuisce a generare un senso di appagamento nel lungo periodo.” Wikipedia

In Danimarca ormai è qualcosa che si vive quotidianamente. Sia con la famiglia, che con gli amici mentre si fa un picnic, si beve un tè insieme, oppure fare la cosa classica al nord la Domenica: il Brunch.


Hygge ti ricarica le pile, in un modo che si riesca lavorare meglio e motivato.

Per noi Hygge è un mood, che ci fa stare bene. Normalmente era pensato per la vita quotidiana. Ma perché non applicare anche per lo spazio professionale?

Infatti, l’agenzia #hygge è nata per questo scopo:


“ Far stare bene le persone. Mentre stanno con la famiglia, ma anche al lavoro con i colleghi oppure da soli lavorando da remoto.”

Vi state chiedendo cosa facciamo? Offriamo al pubblico:

  • Eventi on e offline con uno speech di professionisti

  • Corsi di formazione

  • Organizzazione dei viaggi "slow" di piccoli gruppi

Invece alle aziende offriamo:

  • Work Life Balance

  • Diversity Management

  • Empatia Digitale

  • Green Management

  • Employer Branding

  • Event Planning

Oggi più che mai è importante che le persone (Imprenditori, Manager e Dipendenti) stiano bene insieme. Passiamo più ore al lavoro, che a casa oppure con gli amici.

Lavorare serenamente nel proprio posto di lavoro, sia in azienda o a casa, aumenta la motivazione e produttività.


L’obiettivo di #hygge è che le persone vivano e lavorino con più consapevolezza.


14 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti