• Jutta Heupel

L'importanza della felicità e i suoi benefici

Aggiornato il: mag 10

Scritto da Stefania Panelli

Tutti parlano di felicità e da sempre. Non sono molti invece quelli che spiegano cosa è e perché è così importante per la nostra vita.



Intanto chiariamo meglio cos'è la felicità

Premesso che alcune sfumature di questo stato d’animo sono strettamente individuali (ad esempio, io sono felice davanti al mare, un’altra persona può esserlo in un bosco o in montagna), possiamo definire la felicità come uno stato bio-neuro-psicologico duraturo, raggiungibile indipendentemente da ricchezza e successo. Questo significa che è una capacità allenabile e raggiungibile da chiunque. Significa anche che essa non è una meta da raggiungere, magari lontana e dai contorni sfumati, ma il frutto di una scelta quotidiana e di tante piccole azioni che giorno dopo giorno mantengono questo stato.


Mi preme a questo punto fare una precisazione

Pensare positivo e costruire giornalmente la nostra felicità non significa né essere superficiali e con la testa fra le nuvole, né essere egoisti. Come vedremo tra poco, infatti, essere felici ci mette nelle migliori condizioni per reagire alla vita e ottenere il successo oltre a influenzare positivamente le persone che ci circondano.


Ma quindi, perché ci conviene essere felici?

Prima di tutto perché il cervello, se si trova in uno stato positivo, funziona meglio di quando si trova in uno stato negativo, stressato o indifferente. La nostra intelligenza, la nostra creatività ed il livello di energia aumentano. Si registrano dei miglioramenti in tutti i tipi di risultati sul lavoro:


- maggiore produttività e creatività

- maggiore capacità di trovare soluzioni, risolvere problemi ed elaborare idee brillanti

- meno burnout

- meno turnover

- maggiori vendite


Il nostro cervello in uno stato positivo è il 31% più produttivo di quando si trova in uno stato negativo, stressato o indifferente. Si diventa il 37% migliori nelle vendite, i medici sono il 19% più veloci e accurati nelle diagnosi.


Questo accade perché la dopamina che viene rilasciata quando siamo in uno stato d’animo positivo, oltre a farci sentire felici, attiva tutti i centri di apprendimento del nostro cervello.

Inoltre, essere felici ci aiuta a migliorare la nostra capacità di gestire le emozioni (intelligenza emotiva) e di comunicare con gli altri, quindi di costruire relazioni durature e appaganti.



Un altro beneficio?

Siamo più attraenti! Il viso è disteso e più luminoso, la postura è migliore, siamo più sciolti e rilassati.


E poi, last but not least, la felicità è meglio di un vaccino

Essa fortifica il sistema immunitario e ci rende più resistenti e più forti alle aggressioni di virus e batteri.


Ecco ora il momento di parlare dei vantaggi per gli altri

A parte il fatto che se siamo felici, siamo sicuramente meno stressati e stizzosi e quindi ci poniamo verso gli altri con empatia, gentilezza e rispetto, la ricerca ha verificato che gli stati d’animo si trasmettono di persona in persona. Vi sarà capitato almeno una volta di stare per un po’ in una stanza con una persona imbronciata o nervosa e di ritrovarvi anche voi, dopo qualche minuto, a sentirvi così. Per fortuna, il sistema funziona anche al contrario: una persona positiva, felice e gioiosa “contagia” con il suo stato d’animo chi ha intorno, i quali a loro volta influenzano altri e così via, in una meravigliosa catena di felicità.


A questo punto forse ti stai chiedendo cosa puoi fare per ottenere tutti questi benefici.


Eccoti qualche consiglio al volo

Scegli di essere felice, prendi con te stesso/a l’impegno di fare ogni giorno qualcosa che nutra uno stato d’animo positivo. In altre parole, prenditi la responsabilità della tua felicità, invece di aspettare che siano gli altri o gli avvenimenti a renderti contento/a.

Gli obiettivi sono importanti perché ti stimolano a crescere e migliorarti, ma non dimenticare di coltivare la gratitudine per tutto quello che hai già di bello, positivo, buono e spettacolare nella tua vita. Una buona abitudine è scrivere ogni sera tre cose della giornata per cui sei grato/a; non importa che siano eventi grandiosi o spettacolari, anzi… i colori di un tramonto, il messaggio affettuoso di un amico, aver assaggiato un piatto nuovo… c’è sempre qualcosa per cui essere grati!


Ridi più che puoi. Respira e ridi, ridi e respira. E’ la strada più veloce per la felicità!



7 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti