• Jutta Heupel

Perché i danesi stanno così bene?

Se guardiamo intorno di noi per i paesi che sono più sostenibili, ci fermiamo alla Danimarca. Si parla sempre di più di questo popolo.


Noi oggi ci concentriamo sul lato green e il loro modo di vivere in questo paese scandinavo.


Copenaghen prima capitale carbon neutral entro il 2025. Un percorso che ha iniziato nel 2009 dopo la COP15, che si faceva proprio a Copenhagen. Al livello internazionale i paesi non hanno partecipato ed è stato cancellato il progetto sostenibile.


I cambiamenti climatici sono così invadenti, nel 2017 nell’atmosfera sono state riversate oltre 36mila tonnellate di CO2 al livello globale. Ai primi posti di questa triste classifica troviamo Cina, Stati Uniti, Unione europea e India.


Cosa c’entra la città Copenhagen?


Nel 2013 sulla penisola Jutland e Copenhagen, qualcuno ha deciso di creare i retrovirus per un male che si segna su tutta la pianeta. Una decisione venuta dall’alto, frutto di una società che ha fatto della partecipazione e dell’incontro tra cittadini, aziende e pubblico uno dei suoi punti di forza. La ricetta per una nuova Silicon valley europea.


Jorgen Abildgaard, direttore esecutivo del piano, dice:

“Il piano per azzerare le emissioni nette di CO2 a Copenaghen è un modo per mostrare al mondo che è possibile la transizione verso una neutralità di emissioni.”

L’obiettivo della città di Copenhagen è: la produzione di energia è al centro del piano 2025.



I danesi sono il popolo che usano la bici sempre, anche quando piove:


“In Denmark, people bike in all kinds of weather. With a total of 12,000 km (7,500 miles) of bikelanes, commuting is green, quick, and safe!”

La Danimarca era il primo paese che aveva il ministero per l’ambiente:


“Ever since the establishment in 1971, Denmark has been a frontrunner when it comes to green thinking.”


La puntualità dei danesi:

“Danes are efficient workers and being on time for meetings and appointments — and dinner time — is an integrated part of the Danish DNA.”(Fonte: https://denmark.dk/quick-facts)

I danesi vivono quotidianamente con la fiducia, la mente aperta e la mancanza di corruzione. Così è scritto sulla website dello stato danese.


Su questo sito si trova informazione di:


📌 Persone e cultura

📌 Innovazione e Design

📌 Society e Business

📌 Quick facts


E mi ricordo quando sono stata la prima volta in Danimarca a Copenhagen. Ero una bambina di 10/11 anni, quindi gli anni 70. quando volevo attraversare una stradina sul marciapiede, le macchine si fermavano. E non perché ero una bambina, no le persone lo facevano con ogni persona. Era una regola di traffico. Come fermarsi alle strisce pedonali.


Le 3 parole “Work Life Balance” vengono usate attivamente. Perché gli uffici vengono chiusi dopo le ore 17.00. E chi lavora di più viene visto come un poveretto che non ha una vita sociale e personale.


La famiglia e gli amici hanno sempre una certa priorità. Ecco perché il mood “Hygge” è il focus di ogni cittadino e viene vissuto normale e in un modo semplice.


Quello che si vive quotidianamente si applica ovunque. E noi siamo d’accordo.

Conclusione: per stare bene ci vuole così poco. Basta accendere la mente, riflettere di che cosa si fa ogni giorno ed è quello che vorremmo.


14 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti