• Jutta Heupel

Perché la Work Life Balance è sempre più importante e soprattutto a livello aziendale?

Anche se siamo in pandemia, non vuol dire che non dobbiamo curare la nostra Work Life Balance. Anzi diciamo che con tutto quello che si deve gestire a casa, e questo vale sia per le donne che per gli uomini, è necessario tenere sotto occhio questo aspetto.


Perché è così importante, lo puoi leggere in questo articolo.

Cos’è la Work Life Balance e perché è così importante ?

Con questa espressione si intende curare l’equilibrio tra la vita professionale e personale.


L’importanza della WLB si nota spesso quando è già tardi: con il burnout !


Come si manifesta il burnout ?

Si manifesta con uno stato di esaurimento sul piano emotivo, fisico e mentale.

Spesso si nota non solo una stanchezza fisica ma anche una mentale. Come se il cervello fosse bloccato. Le emozioni come gioia e tristezza, quasi si azzerano. Tante situazioni rimangono indifferenti.


Quando è molto grave il burnout ti può anche bloccare fisicamente. Non riesci più muovere il tuo fisico e rimani immobile per un breve periodo. E comunque è uno stato non piacevole e ci vuole tempo per riprendersi. Parliamo di 1-2 anni.


Ecco perché è così importante trovare il giusto equilibrio tra lavoro e vita personale.


Come curare questo filo tra lavoro e vita personale ?

Ti possiamo dare alcuni consigli cosa fare per tenere l'equilibrio:


📌 stabilisci i tuoi obiettivi e le loro priorità

Quando hai fatto la lista dei tuoi obiettivi in base delle priorità è opportuno mettere una scadenza. Non troppo a breve termine e nemmeno troppo avanti. Dovresti valutare l’importanza e fattibilità dell’obiettivo. Scrivi la lista a mano in un blocco e così ti rimane più in mente e hai sempre la possibilità di rileggere tutti gli appunti.


📌 creati un tuo ritmo e fai le pause regolarmente

Come per i bambini è importante avere un ritmo quando sono piccoli, è anche importante per un adulto avere uno. Il nostro cervello ha da elaborare meno ed è più in uno stato relax.

E non dimenticarti le pause di minimo 20 minuti. Dopo un lavoro concentrato di 70-80 minuti il fisico chiede una pausa. Se si aspetta molto tempo, la stanchezza aumenta e lo stato fisico e mentale rimane in uno stato stand out. Quindi concederti una pausa ti farà solo bene.


📌 prenderti cura di te stesso

Come fare questa cura? Fatti un regalo in forma di una passeggiata al parco, ascoltare per 30 minuti la musica che ti piace di più, oppure mangiati un dolce a base di frutta oppure cioccolata. Anche farsi visitare dal tuo medico, cioè fare ogni tanto un check-up. Fare dello sport? Lo sport è un ottimo mezzo per scaricare la tensione mentale e fisica. Lo sport aiuta abbattere l’ansia e lo stress. Gli ormoni, come le endorfine, favoriscono il rilassamento del corpo. Anche meditare oppure praticare la mindfulness ti aiuta staccare la spina. Idem per il Digital Detox e invece di stare online sui social media, potresti leggere un libro che ti piace.


📌 curare le relazioni

Lo diamo spesso per scontato avere una famiglia, degli amici e anche i colleghi. Però lo sai che ti fa bene curare le relazioni con loro ? Nei weekend potresti organizzare un picnic con la tua famiglia e gli amici. Oppure un brunch a casa? Preparare insieme tutto quello che serve. Fare una passeggiata insieme in montagna oppure al mare anche fuori stagione? Noi esseri umani abbiamo bisogno la vita sociale. E lo sappiamo, che le gioie ci fanno bene.


Sono piccole cose che però ti aiutano migliorare la tua vita.


E quali benefici ha la Work Life Balance per un’azienda se viene applicata alla cultura aziendale?

Se il CEO insieme con HR Manager decide di integrare la Work Life Balance ci si potrebbe aspettare i seguenti benefici all’interno dell’ambiente aziendale:


🎁 aumento produttivo

Quando in azienda è garantito un ambiente positivo e sereno, vuol dire che i dipendenti si trovano a loro agio e di conseguenza sono motivati al lavoro. Con questa motivazione ne consegue un aumento produttivo. La felicità produce le endorfine.


🎁 reputazione aziendale positiva

I dipendenti felici parlano sempre in positivo del loro datore di lavoro. E se l’azienda dove lavorano ci tiene all’Employer Branding e permette al dipendente di usare i social media come Linkedin, è una pubblicità positiva, non solo per la persona che la utilizza, ma soprattutto è un segnale positivo per il datore di lavoro. Con una reputazione positiva è meno faticoso trovare nuovi clienti, curare le relazioni con i clienti esistenti e trovare i talenti per garantire un flusso crescente per la produttività.


Cosa può offrire un’azienda ai propri dipendenti per stare bene sul posto di lavoro?

Ci sono vari benefit che si possono offrire per migliorare l’ambiente lavorativo:


💰 assicurazioni sanitarie integrative o convenzioni con strutture mediche

💰 aiuti alla famiglia (servizi di baby-sitting e di assistenza agli anziani)

💰 benefit per il tempo libero, il benessere e le attività culturali


Queste 3 proposte sono solo esempi di tante possibilità. Quello che però è importante da sapere per un imprenditore: i soldi spesi per questi benefit sono investimenti. I dipendenti sono il patrimonio per un’azienda. Quello che si dà, viene ricevuto e ringraziato con l’impegno della persona stessa. Non è sempre l’aumento dello stipendio che gratifica un buon risultato.


Conclusione: curare la Work Life Balance aziendale non è un progetto che si applica e dopo 6 mesi va tutto bene. È un progetto per la vita e va curato pian piano, strategicamente. È un percorso che deve crescere e se viene fatto bene porta una grande soddisfazione per tutti coloro che vi lavorano.


11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti